Questo sito utilizza cookie tecnici ed analytics, anche di terze parti, per raccogliere informazioni e migliorare l'uso del sito da parte degli utenti.
Proseguendo la navigazione si acconsente all'uso dei cookie.

DUE ERRE E-bike

Integrazione architettonica fotovoltaico:

 

Esistono tre tipologie di integrazione architettonica:

 

  • Impianto non integrato
  • Impianto parzialmente integrato
  • Impianto integrato

 

Di seguito le tre immagini chiariscono ciascuna tipologia di integrazione:

 

 non integrato

Impianto non integrato:

Gli impianti fotovoltaici non integrati sono cosiddetti perchè appunto non si integrano armoniosamente con le strutture o superfici che li ospitano. Trattasi di impianti generalmente realizzati a terra o anche su parti strutturali di edifici quali terrazzi, falde, aggeti, pensiline e/o elementi di arredo urbano e viario. I pannelli solari sono installati in maniera non complanare alle superfici su cui sono fissati. Generalmente hanno un impatto maggiore dal punto di vista estetico e quindi non sono gradevoli alla vista. Per questo genere di impianti le tariffe incentivanti sono inferiori rispetto alle tipologie integrati e parzialmente integrati.

 semi integrato

Impianto parzialmente integrato:

Gli impianti fotovoltaici parzialmente integrati si hanno quando i moduli fotovoltaici non sostituiscono i materiali che costituiscono la superficie d'appoggio e vengono installati su tetti piani e terrezze, in modo complanare ad esempio sul manto di copertura. Possono essere considerati parzialmente integrati anche quei pannelli installati ad esempio su terrazza la quale sia circondata da balaustra la quale nasconda parzialmente i pannelli fotovoltaici. Generalmente gli impianti fotovoltaici parzialmente integrati vengono utilizzati su fabbricati o parti di questi che risultano già esistenti.

 totalmente integrato

Impianto totalmente integrato:

Gli impianti fotovoltaici completamente integrati sono costituiti da un insieme di moduli che si integrano completamente con la struttura architettonica. E' ovvio che è più semplice realizzare questo genere di impianto quando si è ancora nella fase progettuale del fabbricato in quanto possiamo valutare maggiormente il tipo di impatto e le soluzioni migliori. Gli impianti fotovoltaici sono completamente integrati quando i moduli sostituiscono i materiali di rivestimento di tetti, coperture, facciate di edifici e fabbricati, avendo quindi la stessa inclinazione e funzionalità architettonica.

 

Attualmente il GSE distingue, al fine dell'incentivo, solamente due tipologie di impianti:

 

  • Realizzati sugli edifici
  • Altri impianti